RFID per la gestione delle merci

Logistica

Grazie alla sua incredibile flessibilità, questa tecnologia è in grado di offrire notevoli vantaggi
nelle applicazioni logistiche e di gestione del magazzino, tra cui informazioni precise e affidabili e in tempo reale sulle movimentazioni della merce.

Perchè utilizzare l’RFID nella gestione logistica?

La gestione tradizionale di un magazzino comporta operazioni logistiche e di inventariato che richiedono un grande dispiego di tempo da parte degli operatori. Si ricorre a tecnologie ottiche come il barcode – anche se alcune realtà meno moderne sono rimaste ancora alle distinte a mano – per la gestione di carico e scarico, spedizioni e merci in ingresso. Questa modalità di lavoro aumenta grandemente il rischio di un disallineamento tra la distinta e la merce movimentata.

In un sistema RFID, ogni pallet, collo o prodotto singolo è dotato di un’etichetta “intelligente” che viene letta da appositi dispositivi mobili o fissi e che permette di registrare l’operazione in tempo reale, velocizzando il flusso logistico, minimizzando le operazioni manuali ed eliminando il costo degli errori.

Sia chiaro che una tecnologia non esclude l’altra! RFID e tecnologie ottiche possono coesistere per rispondere al meglio alle esigenze dell’applicazione: le etichette RFID possono essere stampate con le informazioni sull’oggetto e relativo codice 1D/2D. Un esempio di integrazione delle tecnologie molto impiegato in logistica sono i tag madre / figlia, in cui a un’etichetta con tag sono associate N etichette stampate con codice, una soluzione utilissima per la gestione di merce e relativi documenti.

Semplificare il flusso logistico: ecco come

L’integrazione completa di un sistema RFID per la gestione logistica può richiedere differenti tipologie di dispositivi e tag, a seconda del sistema che si vuole implementare e del flusso della merce all’interno del magazzino o del complesso di magazzini e depositi.

Soluzione hardware principe dei sistemi RFID per la logistica è il varco, o gateway: un portale attraverso cui la merce passa e viene rilevata istantaneamente. I varchi sono posizionati in punti strategici del magazzino – i chocke points – e alle baie di carico / scarico per la lettura della merce in uscita / ingresso.

In logistica, oltre a imballaggi e pallet, è possibile che gli oggetti da taggare siano stoccati all’esterno, o in materiale metallico. E’ per questo che EasyRFID negli anni ha sviluppato e omologato vari prodotti per applicazioni speciali, come il tag semirigido da esterno, il tag a bandiera per situazioni in cui vi è rischio di schiacciamento e i tag rigidi anti-metallo.

Inventario in tempo reale grazie all’RFID

L’utilizzo
dei varchi di lettura nei punti di carico e scarico del magazzino permette di
effettuare l’aggiornamento istantaneo della giacenza al passaggio
della merce in ingresso e uscita. 

Un’altra operazione critica e
dispendiosa è effettuare l’inventario; grazie all’utilizzo di
dispositivi mobili di lettura che permettono una distanza di lettura
media di 4-6 m e fino a 15 m, è possibile scansionare tutta l’area
del deposito così da stilare in modo rapido ed efficiente la lista
dei prodotti. Questa operazione permette il controllo di eventuali discrepanze tra la giacenza e l’inventario in tempo reale.

Vantaggi rispetto all'utilizzo di tecnologie ottiche (barcode, QRcode, ...)

I codici 1D / 2D svolgono una funzione molto simile alla tecnologia RFID e vengono quindi spesso scelti per svolgere funzioni comuni come alternativa alla tecnologia dei Tag passivi.

Questi ultimi rappresentano un investimento più consistente rispetto al codice a barre per il cliente, ma offrono indubbiamente benefici maggiori. Il Tag a differenza dei codici 1D / 2D può essere anche riscritto e protetto con determinate password rendendolo così uno strumento più sicuro e affidabile.

Queste due tecnologie possono comunque essere utilizzate in accoppiata; ad esempio, stampare un codice a barre, o un QRcode sul tag permette di semplificare alcuni passaggi in cui non si dispone di un lettore.

Capacità di lettura

Le tecnologie ottiche permettono di leggere un codice prodotto alla volta, rendendo le operazioni come il carico e scarico di magazzino e l’inventario lunghe e dispendiose. L’utilizzo dell’RFID in questi casi consente di leggere oltre un centinaio di prodotti simultaneamente.

Raggio di lettura

Mentre le tecnologie ottiche hanno un raggio di lettura di dell’ordine di qualche decina di centimetri, il lettore RFID può rilevare tag applicati su prodotti situati fino a 16m di distanza.

Velocità di lettura

Anche la velocità di lettura dei lettori RFID è sorprendente, è infatti molto veloce (quantificabile in ms per letture massive di centinaia di tags).

Possibilità di lettura attraverso gli oggetti

La tecnologia RFID permette di individuare i tag di oggetti anche se non direttamente visibili, a differenza dei sistemi di identificazione a tecnologia ottica.

Identificazione univoca

I tag RFID hanno un codice identificativo univoco, ogni oggetto a cui viene associato diventa infatti unico e identificabile, in questo modo è possibile tracciarlo lungo tutta la filiera. Le tecnologie ottiche non offrono questa possibilità e solitamente prodotti dello stesso tipo / famiglia hanno lo stesso codice.

Perchè scegliere EasyRFID

Nella scelta di un fornitore di tag bisogna sicuramente valutare molteplici fattori

Gamma di prodotti

Disponiamo di un'ampia gamma di prodotti adatta a diverse applicazioni e formati. Possiamo fornire tag passivi UHF, HF e NFC di diversi dimensioni e materiali.

Produzione interna

I nostri prodotti sono realizzati internamente; questo permette un alto controllo della produzione e un'ampia possibilità di personalizzazione.

Qualità

Abbiamo una divisione interna che si occupa specificatamente di controllo qualità; siamo in grado di fornire bobine con etichette 100% funzionanti.

Campioni di prodotto

Forniamo una campionatura in breve tempo e con le specifiche richieste dal cliente.